Regolamento PostaEspressa

Cosa spedire
Spedizioni in Italia: documenti ed oggetti fino a 20 kg.;
Spedizioni internazionali (resto del mondo): documenti fino a 2 kg. ed oggetti fino a 5 kg.

      Tariffe
Le tariffe sono quelle indicate nel listino.
Le tariffe di PostaEspressa per spedizioni di oggetti al di fuori dell’UE includono il corrispettivo per la dichiarazione doganale, mentre eventuali diritti doganali (dazi, IVA, ecc.) sono a carico del destinatario.

      Resi
Il servizio è previsto solo per gli Enti del Governatorato, della Santa Sede e per i cittadini residenti nello S.C.V.
Qualora non sia possibile effettuare la consegna a causa di indirizzo sbagliato, inesistente, destinatario assente o invio rifiutato, sono a carico del cliente tutte le spese per il rientro della spedizione.
Per il servizio internazionale, le spese di rientro saranno calcolate in base alla tariffa in vigore nel paese di destinazione.
Per il servizio in Italia verrà applicata una tariffa pari a quella di spedizione.

      Recapito in Italia
Le spedizioni verranno consegnate all’indirizzo del destinatario indicato dal mittente, ma non necessariamente nelle mani del destinatario indicato. Qualora le spedizioni siano dirette a indirizzi collegati ad un servizio centrale o unificato di ricevimento, le stesse verranno consegnate a tale servizio. Per gli Enti del Governatorato, della Santa Sede e per i cittadini residenti nello S.C.V. qualora l’indirizzo indicato sulla lettera di vettura risultasse errato, al fine di riconsegnare la spedizione al nuovo indirizzo segnalato dal cliente, sarà applicato il supplemento riportato nel listino tariffe.

      Dimensioni
Le dimensioni non potranno essere superiori a: cm. L 120 x H 88 x P 118.

      Assicurazione della spedizione
È consentita solo se il mittente è un Ente del Governatorato, della Santa Sede o è un cittadino residente nello S.C.V.
Il valore massimo di assicurazione consentito è pari a 500,00 euro.

      Spedizione in contrassegno
È consentita solo se il mittente è un Ente del Governatorato, della Santa Sede o è un cittadino residente nello S.C.V. Il servizio è previsto solo per gli invii diretti in Italia.
Il valore massimo di contrassegno consentito è pari a 500,00 euro.

      Contenuto delle spedizioni
Non è possibile spedire:
•  i beni che sono classificati come materiale a rischio o come merci pericolose o merci di cui sia stato proibito il trasporto o che siano state sottoposte a restrizioni da parte di IATA, ICAO, ADR o da parte di qualsiasi Autorità governativa o altra organizzazione che abbia il potere di classificare le merci come sopra detto;
•  i beni che non sono accompagnati da dichiarazioni doganali, qualora dette dichiarazioni risultino obbligatorie in base ai regolamenti doganali in vigore;
•  i beni che a giudizio di Poste Vaticane non possano essere trasportati in modo sicuro o conforme alle disposizioni di legge vigenti (tali spedizioni includono a titolo esemplificativo ma non esaustivo: animali, lingotti, valuta o denaro, strumenti di pagamento negoziabili al portatore, merci o prodotti contraffatti, metalli e pietre preziose, armi o parti di esse e munizioni per le stesse, parti o resti del corpo umano, materiale pornografico o illegale, sostanze narcotiche o stupefacenti);
•  oggetti non corrispondenti al dichiarato o carenti dal punto di vista del confezionamento.
Poste Vaticane potrà abbandonare e/o disfarsi in qualsiasi momento di un invio qualora accerti che lo stesso contenga oggetti non idonei alla spedizione o non corrispondenti a quanto dichiarato dal cliente senza che con ciò Poste Vaticane debba ritenersi in alcun modo responsabile nei confronti del cliente. Resta in ogni caso inteso che il cliente si farà carico e solleverà Poste Vaticane da qualsivoglia reclamo, sanzione pecuniaria o costo derivanti da infrazioni a disposizioni di legge in vigore nei territori ove il trasporto ha avuto luogo, e da ogni genere di supplementi che possano essere imposti da pubbliche autorità, enti doganali o amministrativi, nel corso del trasporto. Saranno parimenti a carico esclusivo del cliente i danni che possano eventualmente derivare all’oggetto a causa di un errato confezionamento, come pure i danni derivanti alle altre cose trasportate. 

     Ispezioni
Con la consegna della spedizione il mittente riconosce espressamente a Poste Vaticane il diritto di ispezionare il contenuto della spedizione stessa senza preavviso

      Termine per la validità del reclamo
Qualunque reclamo per perdita, errata consegna o danno alla spedizione deve essere fatto dal mittente per iscritto e inviato a Poste Vaticane entro 20 giorni dalla data di affidamento della spedizione stessa. Trascorso tale termine, Poste Vaticane non sarà ritenuta responsabile in alcun modo.

      Responsabilità
La risarcibilità da parte di Poste Vaticane di qualsivoglia perdita o danno, in qualunque modo occorso, è convenzionalmente limitata a un ammontare massimo di 25,00 euro per il servizio in Italia e di 75,00 euro per il servizio internazionale o all’effettivo valore di mercato della spedizione, se inferiore. Qualora il mittente intenda ottenere un risarcimento per eventuali danni relativi alla spedizione oltre il limite di tali massimali, potrà richiedere a Poste Vaticane un’assicurazione che copra il valore di mercato del bene in caso di perdita o danneggiamento della spedizione. La copertura assicurativa non copre comunque le perdite o i danni indiretti, o per mancati guadagni, ovvero le perdite o i danni derivanti da ritardi nella consegna. È espressamente convenuto che di eventuali danni superiori al valore assicurato o assicurabile non sarà in nessun caso responsabile Poste Vaticane.

      Ritardi nella consegna
Poste Vaticane si impegna a fare quanto possibile per effettuare il recapito secondo i suoi normali programmi di consegna. Resta tuttavia inteso che tali programmi non costituiscono in alcun modo oggetto del contratto. Poste Vaticane pertanto non sarà ritenuta in nessun caso responsabile per ritardi nel prelievo, nel trasporto o nella consegna di qualsiasi spedizione, indipendentemente dalla causa di tali ritardi o da particolari richieste da parte del mittente risultanti dai documenti di spedizione.

      Cause di forza maggiore
Poste Vaticane non sarà ritenuta responsabile per qualsiasi perdita, danno, errata o mancata consegna causati da eventi incontrollabili quali (l’elenco è esemplificativo ma non esaustivo):
a)  calamità naturali quali terremoti, cicloni, uragani, alluvioni, inondazioni e nebbia;
b) casi di forza maggiore quali guerre, incidenti a mezzi di trasporto, embarghi, sommosse o rivolte civili;
c)  difetti, caratteristiche o vizi relativi alla natura dei prodotti spediti, anche se gli stessi potevano essere conosciuti da Poste Vaticane al momento dell’accettazione della spedizione;
d)  atti, inadempimenti od omissioni da parte del mittente, del destinatario o di chiunque altro vanti un interesse nella spedizione, come pure dell’Amministrazione dello Stato, autorità doganali o postali, o di altre autorità competenti, nonché di qualunque vettore successivo non dipendente da Poste Vaticane cui Poste Vaticane abbia affidato la spedizione per l’inoltro finale;
e)  scioperi o conflitti di lavoro;
f)  effetti elettrici o magnetici, cancellature o altri inconvenienti simili subiti da rappresentazioni elettroniche o fotografiche o da registrazioni in qualsiasi forma eseguite.

Allegati