Associazione SS. Pietro e Paolo

Associazione

Il 15 settembre 1970, Paolo VI scioglieva i Corpi armati pontifici, tra cui la Guardia Palatina d’Onore, costituita da Pio IX nel 1850 per raccogliere, nella Casa del Papa, una qualificata rappresentanza dei fedeli di Roma desiderosi di manifestare alla Sede Apostolica la propria incondizionata fedeltà.

Gli appartenenti al disciolto Corpo militare furono così chiamati ad aderire ad un nuovo organismo – l’Associazione SS. Pietro e Paolo – il cui Statuto veniva approvato dal Santo Padre nel 1971. Paolo VI desiderava in tal modo che le caratteristiche specifiche ed esemplari della Guardia Palatina fossero dall’Associazione «conservate, rinvigorite, adattate e sviluppate», come sottolineato da Giovanni Paolo II in occasione del decennale di costituzione del Sodalizio.

L’Associazione SS. Pietro e Paolo – che celebra nel 2006 trentacinque anni di attività – è formata da cattolici residenti a Roma (professionisti, artigiani, studenti, insegnanti, impiegati, ecc.) che, al di là dei propri impegni familiari e professionali, dedicano il proprio tempo a diverse iniziative di volontariato organizzato, «desiderosi di fendere una particolare testimonianza di vita cristiana, di apostolato e di fedeltà alla Sede Apostolica» (art. 1 dello Statuto).

La stessa Guardia Palatina, del resto, affondava lontano le sue radici storiche, da ricercare nei due Corpi militari – la Milizia Urbana e la Guardia Civica Scelta – dalla cui fusione era nata e che, a loro volta, risultavano continuazione di altre formazioni al servizio della Sede Apostolica e della persona del Papa, succedutesi dal VI secolo in poi. Si può ben dire, perciò, che la Guardia Palatina ed in qualche modo l’Associazione che ne ha attualizzato i valori ed il servizio di volontariato, sono eredi delle antiche Cohortes urbanae e fors’anche della Militia Sancti Petri, alle quali nell’alto Medioevo i Pontefici facevano ricorso.

L’Associazione si articola in tre Sezioni: Liturgica, Culturale e Caritativa. Accanto alle Sezioni operano il Gruppo sportivo (con una squadra di calcio che partecipa al Campionato Vaticano), il Gruppo Musicale (con il coro liturgico e la formazione degli "Ottoni") ed il Gruppo dei Medici, molto impegnato, oltre che nel supporto costante al servizio della Sezione Liturgica, nelle iniziative assistenziali.

Pagina 1 di 3
« Precedente 1 2 3 Successiva »