Facciata

Facciata

È opera dell’architetto Carlo Maderno che la portò a termine nel 1614.

Larga 114,69 metri e alta 48 metri, si presenta con un ordine di colonne e lesene corinzie su cui è impostato un imponente cornicione con timpano centrale, coronato da una balaustrata sulla quale si innalzano tredici statue (alte quasi 6 metri) con al centro la statua del Redentore benedicente. Sulla trabeazione una iscrizione ricorda che i lavori furono compiuti sotto papa Paolo V Borghese (1605-1621).

Nell’ordine inferiore si aprono i cinque ingressi all’atrio, sopra i quali sono le nove finestre, tre delle quali con balcone. La finestra centrale è la cosiddetta "Loggia delle Benedizioni", dalla quale si affaccia il Papa per rivolgere il messaggio augurale con la benedizione apostolica urbi et orbi (alla città e al mondo) subito dopo la propria elezione ed in occasione delle festività di Natale e Pasqua.

Il restauro, terminato nel luglio del 1999, ha consentito il recupero di alcune coloriture o "scialbature" volute dal Maderno, nascoste sotto la patina del tempo.