Aerogramma - 250º Anniversario del Pontificato di Clemente XIII

Aerogramma - 250º Anniversario del Pontificato di Clemente XIII  

Carlo della Torre Rezzonico nacque da una famiglia veneziana di recente nobiltà e fu educato dai gesuiti a Bologna: evidentemente un segno del destino, poiché la questione della Compagnia di Gesù segnò fortemente il suo pontificato. Divenne Papa il 6 luglio 1758, col nome di Clemente XIII; era stato creato Cardinale nel 1737 e fu vescovo di Padova dal 1743. Come accennato, il suo pontificato venne segnato da contese perpetue circa la richiesta di soppressione della Compagnia di Gesù, che provenivano dai circoli dell'Illuminismo francese. Clemente XIII difese i gesuiti, anche contro i provvedimenti di espulsione di varie corti europee (Francia, Portogallo, Ducato di Parma e Piacenza, Regno delle due Sicilie, Spagna). La questione dell’ordine fondato da Ignazio di Loyola portò Clemente XIII a convocare un concistoro per considerare le mosse da fare, ma alla vigilia del giorno stabilito per l'incontro morì (2 febbraio 1769). I destini della Compagnia di Gesù erano demandati al suo Successore. L'immagine raffigura il Pontefice inginocchiato ed in preghiera, ed è tratta dal monumento funebre situato nella Basilica Vaticana ed opera del Canova. L'impronta riproduce lo stemma di Clemente XIII.