80º Anniversario della fondazione dello Stato della Città del Vaticano 1929 - 2009 (Foglietto)

80º Anniversario della fondazione dello Stato della Città del Vaticano 1929 - 2009 (Foglietto)  

L’11 febbraio 1929, nel Salone d’onore del Palazzo del Laterano, venivano firmati i “Patti Lateranensi”, intesi a porre fine alle “questione romana” e a dare una precisa configurazione ai rapporti tra la Chiesa e lo Stato in Italia. In quella data, veniva inoltre formalmente “fondato” lo Stato della Città del Vaticano. In quei giorni, Pio XI affermava: “Una qualche sovranità territoriale è condizione universalmente riconosciuta indispensabile ad ogni vera sovranità giurisdizionale: dunque almeno quel tanto di territorio che basti come supporto alla sovranità stessa, senza del quale questa non potrebbe sussistere, perché non saprebbe dove poggiare”. Tutti i Papi che nel corso di questi 80 anni si sono succeduti sul Soglio di Pietro hanno confermato la natura di questa entità territoriale, come mezzo per assicurare l’indipendenza reale e visibile della Sede Apostolica nella sua attività di governo della Chiesa universale e di servizio all’umanità. Tra le attribuzioni dello Stato, rientrano quelle di stampare valori postali e coniare moneta. I francobolli dell’ottantesimo anniversario raffigurano i Pontefici dal 1929 ad oggi; il foglietto riproduce la “Civitas Vaticana - Nuova pianta della Città del Vaticano” (disegno P. Isola, incisione ad acquaforte e bulino P. Di Sciullo e G. Greco, 2007). Lo Stato della Città del Vaticano è territorialmente il più piccolo del mondo (44 ettari) ed ha una popolazione di circa 800 persone, divise tra cittadini e residenti; nel 1984 l’UNESCO ha dichiarato la Città del Vaticano patrimonio mondiale dell’umanità.