Cartoline postali: 1400º anniversario dedicazione S.Maria ad Martyres (Pantheon)

Cartoline postali: 1400º anniversario dedicazione S.Maria ad Martyres (Pantheon)  

«M-AGRIPPA-L-F-COS-TERTIUM-FECIT» (Costruito da Marco Agrippa, figlio di Lucio, console per la terza volta). È questa l’iscrizione incisa sul timpano del Pantheon, costruito intorno al 27 a.C. per volere di Marco Vipsanio Agrippa con lo scopo di dedicare un luogo di culto agli dei pagani. Dopo essere stato distrutto più volte nel corso degli anni, fu ricostruito definitivamente per volere dell’Imperatore Adriano. Nel 609 d.C. fu donato dall’Imperatore Foca a Bonifacio IV, il quale lo dedicò ai martiri cristiani e alla loro Regina, prendendo il nome di Santa Maria ad Martyres. Tale nome deriva infatti dall’aver traslato le reliquie di alcuni martiri cristiani dalle catacombe a questo nuovo edificio di culto. Nel corso degli anni il Pantheon subì varie trasformazioni e venne arricchito con affreschi, tra i quali il più noto è forse L’Annunciazione di Melozzo da Forlì. Attualmente al suo interno si trovano le tombe di alcuni membri dell’ex famiglia reale italiana ed è qui sepolto, per suo espresso desiderio, anche Raffaello, che amava particolarmente questo luogo. Le cartoline postali emesse dall’ Ufficio Filatelico Numismatico celebrano il 1400º anniversario della dedicazione della Basilica ai Martiri e alla Vergine Maria. Le immagini raffigurano alcune antiche incisioni del Pantheon. Tra di esse una di Giovanni Battista Piranesi, che ha più volte illustrato Roma per mezzo dei suoi disegni.