CERTIFICATO FILATELICO DI PARTECIPAZIONE AL RESTAURO DEL COLONNATO DI PIAZZA SAN PIETRO IN VATICANO

CERTIFICATO FILATELICO DI PARTECIPAZIONE AL RESTAURO DEL COLONNATO DI PIAZZA SAN PIETRO IN VATICANO  

Nel 1656 Gian Lorenzo Bernini iniziò a studiare, su incarico di Papa Alessandro VII, la sistemazione di Piazza San Pietro. Il grande architetto lavorò a questo complesso progetto per ben undici anni; solo grazie alla sua profonda esperienza ed una serie infinita di accorgimenti geometrici riuscì a risolvere il problema degli errati allineamenti tra gli elementi preesistenti (facciata, obelisco, edifici, ecc...). La soluzione finale fu una piazza ovale con un colonnato realizzato a tre corsie, con colonne di ordine dorico e pilastri in travertino, uniti da una semplice trabeazione ma coronati da una serie di statue di Santi. Il colonnato, nonostante l'iniziale avversione dei più, creò visivamente quell'immagine di eleganza e maestosità che rese questa piazza unica al mondo ed aggiunse all'insieme architettonico un elemento fondamentale, l'abbraccio della Chiesa al mondo che lo stesso Bernini così descriveva: «la chiesa di San Pietro, quasi matrice di tutte le altre, doveva haver' un portico che per l'appunto dimostrasse di ricever à braccia aperte». Dal 2009, dopo quattro mesi di cantiere pilota, è iniziata una complessa opera di restauro di questo grandioso monumento; nell'intento di ridurre l'impatto per turisti e fedeli, si sta procedendo per moduli (tecnica seriale utilizzata dallo stesso Bernini). Il marmo viene dunque curato e sbiancato per ridare l'antico splendore non solo alle 284 colonne ma anche alle 140 statue di Santi soprastanti. L'Ufficio Filatelico, con questa emissione straordinaria, vuole dare il suo contributo, tramite la partecipazione dei collezionisti ma anche di tutti coloro che amano l'arte e la cultura, allo storico restauro. Il certificato filatelico è disponibile in due varianti: una con l‘intestazione «Officium Philatelicum et Nomismaticum» ed un‘altra da personalizzare con il nome ed il cognome della persona che ha contribuito al restauro.