EMISSIONE CONGIUNTA CON L'ITALIA 1700º ANNIVERSARIO DELLA BATTAGLIA DI PONTE MILVIO

EMISSIONE CONGIUNTA CON L'ITALIA 1700º ANNIVERSARIO DELLA BATTAGLIA DI PONTE MILVIO  

La comparsa in cielo all'imperatore Costantino della scritta «In hoc signo vinces», accanto ad una croce, fu il segno che precedette lo scontro finale con l'altro imperatore, Massenzio, prima della celebre Battaglia di Ponte Milvio, nel 312 d.C. Costantino, colpito da tale visione, fece apporre sugli scudi dei suoi legionari il monogramma cristiano XP, le due lettere dell'alfabeto greco X (Chi) e P (Rho), prime due lettere della parola greca Christòs, che significa «unto», appellativo attribuito a Gesù: l'indomani affrontò l'esercito nemico e lo sconfisse. Questo fu l'inizio di un nuovo corso nell'Impero Romano e segnò la vittoria della Fede cristiana sul paganesimo; un anno dopo, infatti, fu promulgato l'Editto di Milano (anche noto come Editto di Costantino), che pose fine a tre secoli di vessazioni, persecuzioni e martirii dei cristiani. Nel 2012 ricorrono i 1700 anni dalla celebre battaglia, ricordata dalla Città del Vaticano con un'emissione filatelica congiunta con l'Italia. Il foglietto riproduce il dipinto di Giulio Romano conservato presso la Sala di Costantino dei Musei Vaticani. L'opera, meglio nota come «La Battaglia di Ponte Milvio contro Massenzio», fu commissionata da papa Leone X nel 1517 a Raffaello che, preso però da molteplici committenze, ne iniziò la realizzazione solo poco prima di morire e pertanto fu terminata dal Giulio Romano, allievo della sua scuola.