PASQUA 2013

PASQUA 2013  

Il soggetto scelto quest’anno dall’Ufficio Filatelico e Numismatico per la Santa Pasqua raffigura il Cristo che si eleva con le braccia aperte e il volto dolente, dal quale traspare una profonda sofferenza interiore, da un caos indefinito che rappresenta la morte. La scultura, opera dell’artista italiano Pericle Fazzini, (1913-1987), del quale ricorre, nel 2013, il centenario della nascita, si estende per una larghezza di 20 metri e occupa tutta la sezione centrale della parete fondale dell’Aula Paolo VI in Vaticano, opera dell’architetto Pier Luigi Nervi. L’imponente Resurrezione di Cristo fa da sfondo al Santo Padre durante le udienze che si tengono nella grande Sala ed è - come ci suggerisce lo stesso direttore dei Musei Vaticani, il Prof. Antonio Paolucci - «... forse l’opera del novecento più vista al mondo». Quella raffigura sul francobollo pasquale è un’immagine del lavoro preparatorio, durato diversi anni, e divenuto esso stesso un’espressione artistica di pregio. Il piccolo bronzo (di cm 147 x 70 x 20) elevato al rango di opera d’arte, è conservato all’interno del percorso dei Musei Vaticani e viene esposto insieme ai bozzetti in mostre itineranti che celebrano l’artista marchigiano.