PAPA FRANCESCO ANNO II

PAPA FRANCESCO ANNO II - MMXIV  

Il 13 marzo 2013 alle ore 20.23 Jorge Mario Bergoglio si affaccia dal balcone di piazza San Pietro: è da poco divenuto il 266° Papa della Chiesa di Roma scegliendo il nome di Francesco. Alla luce del suo primo anno di pontificato possiamo dire di aver meglio compreso le prime parole con cui si presentò alla folla di fedeli riunita in Piazza San Pietro. Il suo primo saluto «Fratelli e sorelle, buonasera» era infatti una evidente manifestazione del carattere semplice e spontaneo che in poco tempo lo ha reso così popolare ed amato nel mondo. Papa Francesco però non si è solo limitato a dare testimonianza, con semplici gesti, dell’amore di Dio Padre verso i suoi fi gli, ma, riprendendo le parole del Suo portavoce, padre Lombardi, ha soprattutto «messo la Chiesa in movimento». Nelle Sue intenzioni l’impulso al rinnovamento deve partire da Roma e dal Papa stesso per poi diffondersi a tutta la Chiesa e raggiungere così i poveri e le periferie del mondo intero. Nel corso del primo anno di pontificato, Papa Francesco ha inoltre più volte manifestato il suo particolare e personale impegno per la pace nel mondo, con preghiere e digiuni, come per la guerra in Siria, e ci ha anche insegnato che il cristiano deve aver rispetto non solo dell’uomo ma di ogni creatura di Dio e dell’ambiente in cui viviamo, richiamando l’esempio del Santo di Assisi. Significativi sono stati gli incontri con i Migranti a Lampedusa e con i giovani che, con tanto entusiasmo, lo hanno accolto in Brasile a Rio de Janeiro. L’Ufficio Filatelico e Numismatico celebra l’inizio del secondo anno di S.S. Papa Francesco con una serie filatelica di quattro valori raffiguranti il Santo Padre in alcuni momenti significativi dell’anno di pontificato appena conclusosi.