EMISSIONE CONGIUNTA CITTÀ DEL VATICANO - ITALIA BICENTENARIO DELLA NASCITA DI SAN GIOVANNI BOSCO

EMISSIONE CONGIUNTA CITTÀ DEL VATICANO - ITALIA BICENTENARIO DELLA NASCITA DI SAN GIOVANNI BOSCO  

Il 2015 è l’anno del Bicentenario della nascita di San Giovanni Bosco, fondatore della Congregazione Salesiana e della Famiglia Salesiana. L’importanza della sua figura è dovuta alla forza della sua personalità che, con l’amore e la fraterna comprensione, avvicinava a sé i ragazzi, anche quelli più difficili. "Quello che importa", diceva, "è che i giovani non siano solo amati, ma che essi conoscano di essere amati". Beatificato nel 1929 e canonizzato nel 1934, è stato dichiarato nel 1988 da Giovanni Paolo II "padre e maestro della gioventù". Il Bicentenario è un momento di festa e di ringraziamento per quanti hanno continuato e continuano a far vivere un progetto educativo che perdura a duecento anni di distanza dalla sua nascita. Don Ángel Fernández Artime, Rettore Maggiore dei Salesiani, ha affermato che: "il Bicentenario della nascita di Don Bosco ci lancia tutti in un cammino di fedeltà a quella stessa chiamata che egli sentì, ascoltò e che tradusse in vita. Un anno in cui la festa per quel dono che è Don Bosco per la Chiesa e per la sua Famiglia non ci lascerà centrati in noi stessi, autoreferenziali e autocompiaciuti, ma ci lancerà, con maggior forza se possibile, verso la missione". L’Ufficio Filatelico e Numismatico celebra l’evento con l’emissione di un francobollo da 80 centesimi, stampato in minifogli di 6 valori, sulla cui parte sinistra è raffigurata la Basilica a Lui dedicata, che sorge sul colle dove egli nacque duecento anni orsono, nei pressi di Castelnuovo Don Bosco. I francobolli recano invece impresso il suo volto in una rappresentazione moderna ispirata al logo ufficiale del bicentenario.