VIII CENTENARIO DELLA MORTE DI INNOCENZO III

VIII CENTENARIO DELLA MORTE DI INNOCENZO III  

In occasione dell’VIII Centenario della morte, ricordiamo uno tra i più significativi pontefici della storia. Lotario dei Conti di Segni nacque ad Anagni nel 1160 e fu eletto papa a soli 38 anni col nome di Innocenzo III. Fu un uomo di raffinata cultura, profondamente religioso, ricco di grande pietà interiore, dedito a una severa ascesi, instancabile sacerdote e pastore di anime. Nel corso dell’altissimo ministero papale riaffermò la concezione del papa come «Vicarius Christi» confermando la superiorità del potere spirituale su quello temporale. Fu anche il papa del IV Concilio Lateranense, uno dei più importanti della Chiesa per le decisioni prese sia sul piano dogmatico che disciplinare. Nel francobollo, realizzato dall’artista ceca Marina Richterova, l’immagine di San Francesco, di un crociato e dell’impero ottomano incorniciano graficamente e storicamente Innocenzo III illustrandone simbolicamente l’impegno su vari fronti e dimostrando la sua apertura ai problemi del tempo: da una parte il riconoscimento del ruolo e dell’importanza degli ordini di mendicanti, dall’altra le iniziative intraprese contro il dilagare di movimenti eretici, come quello dei Catari nel Sud della Francia. La mappa dell’impero ottomano e il picchio in volo verso est simboleggiano invece la determinazione e la perseveranza con cui il Pontefice ha cercato di riunire la Chiesa d’Occidente e d’Oriente.