NATALE 2016

NATALE 2016  

Il libretto e la serie filatelica con cui l’Ufficio celebra quest’anno il Santo Natale riproducono due ceramiche robbiane, rispettivamente «L’annunciazione» di Andrea della Robbia, e la «Natività» attribuita a Giovanni della Robbia, suo figlio ed erede più talentuoso della sua arte. Tali opere, conservate nel Santuario francescano di La Verna, nell’Appennino toscano, sono realizzate nella tecnica della terracotta invetriata elaborata dalle antiche civiltà orientali e conosciuta anche nel mondo romano e bizantino. Essa consisteva nell’applicazione di uno smalto ceramico policromo su un rilievo di terracotta e vista la sua eccellente resistenza agli agenti atmosferici si confaceva molto sia all’uso esterno che agli ambienti particolarmente umidi. Verso la metà del 1400 Luca della Robbia, primo rilevante esponente di questa famiglia di artigiani riscoprì e raffinò tale tecnica raggiungendo livelli di esecuzione eccelsi. Andrea della Robbia ereditò dallo zio questa nobile arte ispirandosi a lui anche nella plasticità e nei colori delle opere, principalmente bianche e blu. La copertina del libretto filatelico, composto da quattro francobolli, è dedicata al «L’annunciazione», considerata il capolavoro di Andrea della Robbia sia per la raffinatezza del disegno che per l’espressività delle figure che sembra cambiare a seconda della luce. La serie raffigura invece «La Natività di Gesù», opera in terracotta policroma che adorna l’altare di sinistra del Santuario,: nel valore da € 0,95 è rappresentata la Sacra Famiglia, con ai lati San Francesco e Sant’Antonio da Padova. Nel valore da € 1,00 è riprodotto il particolare di Gesù bambino tratto dalla stessa opera.