CENTENARIO DELLE APPARIZIONI MARIANE DI FATIMA

CENTENARIO DELLE APPARIZIONI MARIANE DI FATIMA  

L’Ufficio Filatelico e Numismatico del Vaticano celebra il Centenario delle apparizioni Mariane a cui assistettero nei pressi di Aljustrel, una frazione del piccolo villaggio di Fatima, in Portogallo, tre giovanissimi pastorelli, Lucia dos Santos di 10 anni e suoi cuginetti Francesco e Giacinta Marto rispettivamente di 9 e 7 anni. Un giorno mentre giocavano nella radura di Cova da Iria dove avevano portato le loro pecore a pascolare, videro apparire «una bella Signora emanante una luce sfolgorante» che si presentò come la Madonna del Rosario. La Vergine confidò loro la sua profonda amarezza per le offese fatte al divin Figlio e allo stesso tempo gli affidò i suoi messaggi di speranza e di salvezza per l’umanità peccatrice, esortandola alla preghiera e al pentimento e chiedendone la consacrazione al suo Cuore immacolato. Dopo la prima apparizione la donna esortò i tre bambini a ripresentarsi nello stesso luogo il tredicesimo giorno del mese successivo, e così per altri 5 incontri, dal 13 maggio fino al 13 ottobre rivelando una serie di avvenimenti storici che sarebbero accaduti negli anni seguenti. Nel 1930 la Chiesa cattolica riconobbe il carattere soprannaturale delle apparizioni autorizzandone il culto e a Fatima venne edificato un santuario dove Papa Francesco si recherà il 12 e 13 maggio 2017. Come nel racconto della giovane Lucia, nel francobollo realizzato da Stefano Morri la Vergine appare dal diradarsi di una nube, vestita di bianco e di luce e con un velo bordato d’oro che le copre il capo e le spalle. Davanti a lei, i tre pastorelli in atteggiamento di raccoglimento e devozione in un paesaggio bucolico che incornicia con dolcezza la straordinarietà dell’evento.