Centenario della Congregazione per le Chiese Orientali

Centenario della Congregazione per le Chiese Orientali  

L’Ufficio Filatelico del Vaticano celebra il centenario della Congregazione per le Chiese Orientali, creata il 1° maggio 1917, dal Sommo Pontefice Benedetto XV con il Motu Proprio Dei providentis con il mandato di porsi in collegamento con le Chiese orientali cattoliche per favorirne la crescita, salvaguardarne i diritti, e mantenere vivi ed integri nella Chiesa Cattolica, accanto al patrimonio liturgico, disciplinare e spirituale della Chiesa latina, anche quelli delle varie tradizioni cristiane orientali. Il foglietto emesso per l’occasione ritrae la porzione intermedia e superiore della parete absidale della cappella di rito bizantino della Congregazione dipinta tra il 1940 e il 1943 dal monaco benedettino olandese Jérôme Leussink su incarico del cardinale Eugène Tisserant, allora segretario della Congregazione. Le immagini riprodotte nel foglietto si inseriscono in un programma iconografico più ampio che rievoca i grandi avvenimenti della storia della salvezza e che trova compimento proprio nella scena eucaristica della Comunione degli apostoli raffigurante un altare sormontato da un ciborio con Cristo che distribuisce la comunione ai dodici apostoli preceduti da Pietro a sinistra e da Paolo a destra. Le scritte in lingua greca recitano: questo è il mio corpo ... questo è il mio sangue. La Comunione degli Apostoli, la cui tipologia risale al V-VI secolo, non intende qui descrivere l’Ultima Cena nella sua storicità quanto presentare il Sacramento dell’Eucaristia come momento di comunione dei fedeli con il corpo e il sangue del Signore. Sopra questa scena è raffigurata la splendida figura della Madre di Dio orante, a coronamento della visione cosmica ed escatologica della "liturgia celeste" che si sviluppa sul resto della parete.