200° Anniversario dalla fondazione dell’Istituto dei Fratelli Maristi

200° Anniversario dalla fondazione dell’Istituto dei Fratelli Maristi  

Ricorrono quest’anno i 200 anni dalla fondazione dell’Istituto dei Fratelli Maristi da parte di Marcellino Champagnat, giovane vicario della Parrocchia di La Valla in Francia, proclamato Santo da Papa Giovanni Paolo II il 18 aprile del 1999. La sua storia ci riporta alla Francia post rivoluzionaria della fine del diciottesimo secolo, quando con la Restaurazione si presentò la necessità di far fronte alla crisi nazionale delle scuole incentivando e rafforzando l’istruzione e la catechesi dei giovani che la Rivoluzione francese aveva abbandonato ad un futuro senza prospettive. Così Marcellino, ordinato sacerdote nel 1816, forte della presenza di Dio nella sua vita e alimentato da un’incrollabile fiducia in Maria e nella sua protezione, da cui il nome «marista» della comunità da lui fondata, iniziò la sua intensa opera educativa. La convinzione che «per educare bene i ragazzi occorre amarli» permea lo stile educativo marista le cui caratteristiche sono una costante ma discreta presenza in mezzo ai ragazzi, la semplicità, lo spirito di famiglia e l’amore al lavoro, il tutto nello stile di Maria. I Fratelli Maristi, oggi presenti in oltre 80 nazioni nel mondo, ma soprattutto nelle missioni, con mille centri formativi, oltre tremila religiosi fratelli e circa seicentomila alunni, sulle orme del Padre fondatore, diffondono il messaggio cristiano attraverso l’educazione dei bambini e dei giovani. Il francobollo realizzato per l’occasione da Patrizio Daniele per l’Ufficio Filatelico del Vaticano ritrae in primo piano Marcellino Champagnat, sullo sfondo la tavola della prima comunità dei fratelli a La Valla, circondata da laici e fratelli religiosi al servizio dei bambini, mentre la statua della Vergine, chiamata da San Marcellino Buona Madre, ricorda l’ispirazione mariana dell’opera educativa da lui svolta.