350° ANNIVERSARIO DELLA MORTE DI PAPA ALESSANDRO VII E DI FRANCESCO BORROMINI

350° ANNIVERSARIO DELLA MORTE DI PAPA ALESSANDRO VII E DI FRANCESCO BORROMINI  

L’Ufficio Filatelico ricorda quest’anno, in occasione del 350o Anniversario della morte, papa Alessandro VII e l’architetto Francesco Borromini, due rilevanti personalità dell’epoca barocca. Alessandro VII, nato Fabio Chigi nel 1599 e salito al soglio pontificio nel 1655, fu in realtà nella vita un grande estimatore dell’opera di Gianlorenzo Bernini, contemporaneo e grande antagonista del Borromini. Il Chigi fu un Papa tanto disinteressato alla politica quanto appassionato di arte e i dodici anni del suo Pontificato furono interamente dedicati alla trasformazione barocca di Roma. Puntando più allo sfarzo pubblico che a quello privato commissionò grandi opere architettoniche, tra cui il colonnato di San Pietro, realizzato dal Bernini. Seppur coetaneo di Alessandro VII, e artista di indiscussa genialità, Borromini non vantò mai la considerazione del pontefice e lavorò perlopiù su incarico del suo predecessore, Papa Innocenzo X, che lo incaricò della trasformazione della chiesa di San Giovanni in Laterano, e della realizzazione della Chiesa di Sant’Agnese in Agone, a piazza Navona. La frustrazione che gli derivò dai successi del rivale e i dissapori nati con Innocenzo X durante la realizzazione di quest’ultimo progetto lo spinsero al suicidio. Nel primo valore della serie filatelica, realizzata da Marco Ventura, il mezzo busto di Alessandro VII si staglia sullo scenario del colonnato di Piazza San Pietro. Completa il disegno lo stemma del Papa che compare su uno dei portali di accesso al colonnato. Il secondo valore della serie ritrae Francesco Borromini e in secondo piano la cupola e la mappa della Chiesa di Sant’Ivo alla Sapienza, da lui realizzata tra il 1652 e il 1672.