50° ANNIVERSARIO DELLA MORTE DI PADRE PIO

50° ANNIVERSARIO DELLA MORTE DI PADRE PIO  

Ricorrono quest’ anno i cinquant’anni della morte di Padre Pio e l’Uffi­cio Filatelico ha voluto dedicare un minifoglio delle sue emissioni alla celebrazione di questa ricorrenza. Papa Francesco in visita pastorale a San Giovanni Rotondo nello scorso mese di marzo, si è soffermato sulle eredità lasciate dal Santo di Pietrelcina: i gruppi di preghiera, la Casa Sollievo, il confessionale. Tali eredità ricordano, per il Santo Pa­dre, la preghiera, la piccolezza e la sapienza di vita. Pregare come San Pio - dice il Papa - senza mai stancarsi, in quanto non si conosce il Padre senza aprirsi alla lode, senza dedicare tempo a Lui solo, senza adorare. Come il Frate Cappuccino, chinarsi sulle ferite del prossimo e vincere la cultura dello scarto, in quanto anche Gesù prediligeva i piccoli, nei pieni di sé infatti non c’è posto per Dio. Infine, come Padre Pio combattere il male sapientemente: con l’umiltà, con l’obbedienza, con la croce, offrendo il dolore per amore. «Imitiamo dunque San Pio, non lo ammiriamo soltanto».