Ecologia nella vita quotidiana nello Stato della Città del Vaticano

ecologia


di Giuseppe Puglisi-Alibrandi e Amedeo Tosti

Lo scorso 20 ottobre sono state consegnate, ufficialmente, ai Giardini e Nettezza Urbana del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano  le nuove macchine spazzatrici DULEVO.

Alle ore 12:30, presso l’Eliporto Vaticano, una Delegazione proveniente da Fontanellato, in Provincia di Parma, è stata accolta dal Vescovo Fernando Vérgez, Segretario Generale del Governatorato, dal Responsabile dei Giardini e Nettezza Urbana, p.i. Domenico Ambrifi e dal Cappellano P. Prof. José Antonio Izquierdo Labeaga, L.C.

Guidava la delegazione il Presidente della Azienda Dulevo International Spa, Dott. Tighe Noonan, accompagnato dal Dott. Massimiliano Borra, da alcuni Responsabili e Funzionari e con la presenza di quattro meccanici addetti della produzione dei mezzi in uso.

Il parco spazzatrici in forza allo Stato della Città del Vaticano è ora composto da una DULEVO 5000 EU4, già in servizio da alcuni anni in Vaticano, e dalla nuova DULEVO 6000 con motore Euro 6.

L’acquisizione di quest’ultimo mezzo rappresenta un ulteriore sforzo del Governatorato per concordare esigenze di servizio e consapevolezza ambientale, dimostrando una particolare attenzione al contenimento dei consumi e della produzione di gas di scarico, alla riduzione delle  emissioni acustiche e di polveri (fino al 100% delle polveri sottili), nonché il consumo di acqua (risparmio idrico pari al 60%).

L’Azienda parmense ha poi concesso in comodato d’uso gratuito una macchina con peculiari caratteristiche indispensabili alle necessità del personale della Nettezza Urbana: una Dulevo 850 Mini EU4 Serie 2.

La nuova Macchina Operatrice, di dimensioni estremamente ridotte, consentirà una pulizia accurata anche di spazi di ridotte dimensioni come ad esempio quelli del Colonnato di Piazza San Pietro che, fino ad oggi, venivano puliti a mano dagli addetti al servizio.

Questa cerimonia precede di pochi giorni l’entrata in funzione della nuova “Isola Ecologica”, punto di raccolta per i rifiuti differenziati e speciali destinati alla raccolta all’interno dello Stato della Città del Vaticano. 

Sulle orme dell’Enciclica del Santo Padre ‘Laudato Sì’, anche il Governatorato SCV ha accelerato i tempi per mettere a punto, con la predisposizione di spazi idonei e di procedure ben definite, un efficace sistema di raccolta.

E' stato messo a frutto il lungo studio e lavoro, iniziato già da qualche anno con l’introduzione del sistema di raccolta differenziata dei rifiuti che, quotidianamente, vengono prodotti seppur in quantità proporzionali alle dimensioni dello Stato della Città del Vaticano.

Il Presidente Noonan, dopo aver espresso sentimenti di soddisfazione personale ed aziendale, ha tenuto a raccontare come i meccanici presenti alla cerimonia abbiano avuto una cura particolare ed ancor più meticolosa nell’assemblaggio del mezzo destinato al Vaticano. 

Mons. Vérgez a sua volta, nel ringraziare la delegazione per la visita in Vaticano, ha rimarcato l’attenzione del Santo Padre Francesco nei confronti delle questioni ambientali e la tutela del Creato.

Il breve momento ufficiale è terminato con una preghiera comune e la benedizione.

E’ stato fatto dono al Governatorato di un volume celebrativo dei 40 anni della Azienda Dulevo recante la firma di ogni singolo dipendente, mentre gli illustri Ospiti hanno ricevuto, in ricordo, la moneta commemorativa dell’Anno Santo Straordinario della Misericordia.

La sera dello stesso 20 ottobre, è stata inoltre inaugurata la nuova illuminazione di piazza San Pietro realizzata in collaborazione con l’Azienda tedesca OSRAM. La nuova illuminazione, che si avvale della innovativa tecnologia LED permetterà anche in piena notte di poter leggere un testo al centro di piazza San Pietro. Lo studio effettuato previamente, ha tenuto conto dei fattori architettonici per permetterne una ulteriore valorizzazione artistica. Viene garantito un risparmio energetico pari all’80% rispetto alla precedente illuminazione. Questo tipo di illuminazione contribuisce a preservare l’inquinamento ambientale sia per i materiali utilizzati che per la durata dei corpi illuminanti stessi. Erano presenti l’Em.mo Cardinale Presidente del Governatorato, Giuseppe Bertello, il Vescovo Segretario Generale, i vertici di OSRAM il personale della Direzione dei Servizi Tecnici e dei Musei del Governatorato dello S.C.V.