Il Segretario Generale ha partecipato al workshop su trasparenza e responsabilità nella Chiesa Cattolica

In evidenza Il Segretario Generale ha partecipato al workshop su trasparenza e responsabilità nella Chiesa Cattolica

La riforma finanziaria ha portato profondi cambiamenti

“La riforma finanziaria avviata da Papa Benedetto XVI e proseguita con determinazione da Papa Francesco ha portato a profondi cambiamenti all'interno delle strutture e procedure della Santa Sede e dello Stato della Città del Vaticano”. Così Suor Raffaella Petrini, delle Suore Francescane dell'Eucaristia, Segretario Generale del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano, nel saluto ai partecipanti al workshop sul tema: “Transparency and Accountability in the Catholic Church: A Practical Journey”. L’incontro si è tenuto, mercoledì mattina, 19 giugno, nell'Aula Vecchia del Sinodo in Vaticano.

Nel suo intervento, il Segretario Generale ha sottolineato che “anche se stiamo già raccogliendo i primi frutti di questi sforzi, è un cammino che richiede pazienza, perseveranza e un impegno continuo per consolidare un rinnovato senso di fiducia all'interno e all'esterno della nostra Chiesa Cattolica”.

Tra gli intervenuti, Giuseppe Schlitzer, direttore dell'Autorità di Supervisione e Informazione Finanziaria (Asif), e Monsignor Martin Schlag, professore all'Università Saint Thomas di St. Paul nel Minnesota e direttore dell'Istituto John A. Ryan.

L'incontro si inseriva nel corso di formazione in materia di trasparenza finanziaria e Church management, che si è tenuto a Roma, dal 17 al 21 giugno. La tappa vaticana è stata organizzata con il contributo dell'Autorità di Supervisione e Informazione Finanziaria (Asif). Ospitato dal Centro di ricerca Markets, Culture and Ethics (Mce) della Pontificia Università della Santa Croce, il workshop è stato promosso in collaborazione con il John A. Ryan Institute della St. Thomas University del Minnesota, e la St. Mary University di Twickenham, Londra. 

Aveva per obiettivo quello di responsabilizzare i leader della Chiesa Cattolica fornendo strumenti pratici per promuovere la trasparenza all'interno delle loro organizzazioni o ambiti di pertinenza. Tra gli argomenti affrontati, come applicare la trasparenza, analizzando gli aspetti etici, finanziari, contabili, culturali e comunicativi che la riguardano. Ma anche fornire gli strumenti e le strategie necessarie per promuovere una cultura della trasparenza all'interno dei rispettivi ambiti, con un approccio pratico ad ampio raggio.

Tra i presenti, il Cardinal Peter Ebere Okpaleke, Vescovo di Ekwulobia, in Nigeria, sette Arcivescovi, undici Vescovi, e circa una ventina tra sacerdoti e religiosi, provenienti dall'Africa, dall'Asia e dall'Europa. 

L’Autorità di Supervisione e Informazione Finanziaria (Asif) è l’istituzione competente della Santa Sede e dello Stato della Città del Vaticano per la supervisione (vigilanza e regolamentazione) ai fini del contrasto del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo e per l’informazione (intelligence) finanziaria, nonché per le attività di vigilanza e regolamentazione in materia prudenziale sugli enti che svolgono professionalmente attività di natura finanziaria.

Ultima modifica ilLunedì, 24 Giugno 2024 11:54