Consegnata al Governatorato la prima navetta elettrica

In evidenza Consegnata al Governatorato la prima navetta elettrica

Il Governatorato dello Stato della Città Vaticano nella realizzazione del programma di sviluppo della mobilità sostenibile, lanciato nel novembre dello scorso anno e denominato “Conversione Ecologica 2030”, continua a sostituire gradualmente le vetture di proprietà dello Stato con veicoli elettrici, al fine di rendere il proprio parco auto a impatto zero entro il 2030.

Rientra in questo percorso la consegna, giovedì 4 luglio, da parte di Exelentia (Italian mobility factory), di una navetta elettrica Melex a otto posti omologata per la circolazione su strada. Grazie a un equipaggiamento apposito, la navetta consente il trasporto di una carrozzina per persone a mobilità ridotta. Infatti, limitando a sei i posti disponibili nella vettura, è stato ricavato dello spazio per una persona a mobilità ridotta e per una sedia a rotelle.   

In questo modo, il Governatorato si occupa delle persone fragili e, al contempo, promuove la mobilità elettrica e ibrida per raggiungere la neutralità climatica, in modo da compensare le emissioni di CO2.

In effetti, uno degli obiettivi del Governatorato è quello di assicurare che il proprio fabbisogno energetico provenga esclusivamente da fonti di energia rinnovabili. A questo proposito, Papa Francesco, il 21 giugno scorso, con la Lettera Apostolica in forma di Motu Proprio Fratello Sole, ha affidato al Cardinale Fernando Vérgez Alzaga, Presidente del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano, e all'Arcivescovo Giordano Piccinotti, Presidente dell'Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica, “l'incarico di realizzare un impianto agrivoltaico ubicato all'interno della zona extraterritoriale di Santa Maria di Galeria, che assicuri, non soltanto l'alimentazione elettrica della stazione radio ivi esistente, ma anche il completo sostentamento energetico dello Stato della Città del Vaticano”.

Si tratta sicuramente di un passo decisivo per raggiungere gli obiettivi della Conversione ecologica 2030. A ciò si affianca l’implementazione della rete di ricarica per vetture elettriche nel territorio dello Stato e nelle zone extraterritoriali.

Ultima modifica ilVenerdì, 05 Luglio 2024 14:07