Direzioni delle Ville Pontificie

La Direzione delle Ville Pontificie si occupa principalmente della gestione, della manutenzione e del mantenimento dei due Palazzi ad essa affidati, quello Apostolico con tutte le sue pertinenze, e Villa Barberini. La Direzione inoltre, cura la gestione delle infrastrutture e delle reti elettriche ed idriche, comprese le Sorgenti di Palazzolo e la cabina del lago, che garantiscono la disponibilità di energia ed acqua in tutto il territorio delle Ville Pontificie, parliamo di circa 55 ettari.

La Direzione delle Ville Pontificie è una realtà al servizio dei Successori di Pietro, perché ha sempre avuto come missione quella di assistere il Pontefice nei periodi di riposo.

Questi luoghi, che in passato hanno a lungo ospitato, nel periodo estivo, il Santo Padre, hanno sempre rappresentato per tutti coloro che vi lavorano e vi abitano, la loro casa, il loro orgoglio, la loro storia e per molti di loro, la famiglia. Per moltissimi anni, servire il Santo Padre è stato il principale collante delle loro relazioni umane e professionali.

La struttura organizzativa è stata pensata come una replica in “piccolo” del Vaticano. Infatti, all’interno della Direzione ci sono servizi che coprono tutte le potenziali necessità che il Santo Padre ed il suo seguito possano avere, ci sono i florieri che supportano nel Palazzo Apostolico le necessità quotidiane degli ospiti, il personale operativo come elettricisti, idraulici, falegnami, autisti e giardinieri, ed infine, un gruppo di responsabili di settore, che insieme al Direttore sovraintendono a tutte le necessità che la Famiglia Pontificia possa avere durante il soggiorno.

Sicuramente, in questi ultimi anni, lo stile ed anche l’utilizzo dell’enorme patrimonio delle Ville è profondamente cambiato.

La residenza estiva dei Papi è divenuta un’area aperta al pubblico per mostrare le grandi bellezze del luogo e dei Palazzi.

Si è passati da un servizio offerto quotidianamente da tutto il personale ai Pontefici, all’integrazione del personale stesso con le esigenze dei turisti e delle guide museali che visitano le Ville.

Questo processo di trasformazione da residenza estiva dei Pontefici a polo culturale è ormai giunto al termine. La Direzione delle Ville Pontificie potrà sempre più collaborare con la Direzione dei Musei Vaticani, per unire all’aspetto turistico quello culturale, accogliendo nei due meravigliosi Palazzi, quello Apostolico e Villa Barberini, mostre, convegni ed incontri istituzionali che rendano le Ville, un luogo “patrimonio della cultura e dell’umanità”.

Nel cuore di tutti i dipendenti si è comunque, sempre pronti, a riprendere il ruolo istituzionale per il quale la Direzione delle Ville Pontificie è nata nel 1930, quello di accogliere, rendere sereno e riposante il soggiorno dei Pontefici.

Attualmente nella Direzione delle Ville Pontificie operano 20 persone oltre al Direttore, suddivisi in tre gruppi. Il primo con compiti operativi dedicati principalmente alla gestione, alla manutenzione ed al mantenimento del Palazzo Apostolico e di Palazzo Barberini, oltre agli arredi di grande valore in essi presenti; un secondo gruppo si occupa della gestione del Giardino Segreto e del Giardino del Moro, ed infine alcuni collaboratori diretti del Direttore presidiano la segreteria di Direzione, gli aspetti amministrativi e la gestione del personale.

Ultima modifica ilMartedì, 25 Giugno 2024 13:09